Come investire i propri risparmi in sicurezza?

Investire

Sono molti i risparmiatori in possesso di discrete somme di denaro da posizionare sul mercato finanziario. L’offerta di prodotti è notevole, ma occorre sempre monitorarla con attenzione, al fine di individuare le opzioni più remunerative ed evitare quelle più rischiose. Vediamo qui di seguito alcune strategie per investire con efficacia i propri risparmi, dando priorità alla sicurezza.

Investire nelle polizze

Sebbene siano passati più di 10 anni dall’inizio della crisi finanziaria globale, le conseguenze delle difficoltà economiche innescate dal crollo di Lehman Brothers si ripercuotono ancora nei mercati azionari. Tuttavia, il trend che si è delineato a partire dal 2010 a oggi sembra essere positivo e ne è una prova l’andamento di indici come Eurostoxx50, che ha fatto registrare delle variazioni positive, seppure caratterizzate da ciclicità e periodi di ribasso. Poiché si tratta di un indicatore che comprende le 50 aziende più quotate in Borsa nel vecchio continente, Eurostoxx50 permette di comprendere l’andamento generale dell’economia europea. Ebbene, il suo valore ha fatto registrare un aumento consistente dal 2012 ad oggi (da circa 2400 di inizio 2012 all’attuale 3600, sfiorando a volte i 4000 punti). Che cosa ci dice questo dato? Come può essere tradotto in una strategia di investimento?
I risparmiatori più conservatori, ossia quelli restii ad investire somme con il trading o con strumenti “aggressivi” e rischiosi, potranno optare per un investimento a rischio moderato su una polizza assicurativa index-linked, oassia legata ad indici come Eurostoxx50 (ma potrà essere anche un indice di un altro continente, a patto che questo abbia fatto registrare un trend positivo nell’ultimo quinquennio). Si potranno trovare numerose offerte da parte degli istituti di credito e delle compagnie assicurative, che presenteranno inoltre maggiori dettagli circa la durata dell’investimento e le sue rendite. Queste potranno essere fisse (come ad esempio delle cedole a scadenza periodica) o potranno essere legate ad una percentuale sulla variazione positiva dell’indice alla quale sono legate.

Le potenzialità del trading online

Un’altra possibilità di investimento è data dal trading online, una modalità che si è imposta con successo nell’ultimo decennio grazie allo sviluppo di internet e della tecnologia dei dispositivi mobili. Se in passato occorreva recarsi direttamente presso la sede delle contrattazioni azionarie, al giorno d’oggi è invece possibile aggiudicarsi dei profitti operando da casa con il semplice ausilio di una connessione alla rete e di un computer. Appositi software installati su tablet e smartphone consentono inoltre di monitorare le proprie operazioni in piena libertà anche fuori casa. Insomma, i soldi non dormono mai, e la tecnologia ci permette di guadagnarli in qualsiasi momento della giornata ed in qualsiasi luogo.
Ovviamente si tratta di una forma di investimento che si adatta a chi predilige uno stile di guadagno più dinamico, che si rivela allo stesso tempo maggiormente rischioso se confrontato con la sottoscrizione di una polizza. Il margine di guadagno dipenderà dall’abilità del trader, che dovrà quindi dedicare del tempo alla formazione, studiando il materiale messo a disposizione del broker ed esercitandosi sulle piattaforme in modalità simulata. Solo una volta raggiunto un buon livello di conoscenza della materia, si potrà iniziare a navigare nel burrascoso mare del trading online, mantenendo i nervi saldi e sfruttando ogni possibilità di profitto. Ci si potrà dedicare al Forex, investendo sulle valute internazionali; o si potrà tentare di guadagnare con i CFD (acronimo di Contracts For Difference), operando sulle materie prime, le azioni e gli indici; o, se si amano particolarmente le “montagne russe” del trading, si potranno impiegare i propri risparmi sulle opzioni binarie, che consentono di accumulare dei profitti ipotizzando il semplice andamento di un bene quotato in borsa in un determinato arco di tempo. Trovare delle piattaforme online dove aprire un conto non sarà difficile, considerata la presenza di numerosi broker specializzati nelle modalità sopracitate.

Conti deposito e Buoni del Tesoro

Se in passato conti deposito, Buoni del Tesoro e prodotti del risparmio postale riuscivano a fornire dei profitti gratificanti, oggi la situazione si è ridimensionata parecchio. A causa delle decisioni imposte dalla Banca Centrale Europea di Francoforte nel corso degli ultimi anni, il valore del denaro si è drasticamente ridotto, per cui non vale più la pena investire in un conto deposito. Nel migliore dei casi, questo potrà generare dei profitti di poche centinaia di euro all’anno (a fronte di investimenti pari a diverse migliaia di euro), per cui il loro utilizzo, per quanto sicuro, non è al momento raccomandabile. Stesso discorso per i prodotti postali, come i Buoni Fruttiferi, che fino alla fino a qualche decennio fa assicuravano delle discrete percentuali di guadagno (ora scese addirittura sotto l’1%). Malgrado la mancanza di incentivi concreti, si consiglia tuttavia di monitorare costantemente questo ambito di finanziamento: prima o poi il costo del denaro dovrà salire (e già si intravedono dei primi segni che indicano un’inevitabile inversione di tendenza), per cui i margini di profitto di conti deposito e prodotti di risparmio a medio-lungo termine si ripresenteranno gradualmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *