Come ottenere incentivi per i pannelli fotovoltaici

In Italia ci sono degli incentivi statali per chi installa un impianto fotovoltaico per produrre energia elettrica.
Tali incentivi sono regolamentati dal CONTO ENERGIA entrato in vigore nel 2005 (Primo Conto Energia – DM 28/07/2005).

FUNZIONAMENTO DEGLI INCENTIVI PER IL FOTOVOLTAICO

Qualsiasi soggetto (perdona fisica, persona giuridica, condominio ecc) che produce energia elettrica mediante un impianto fotovoltaico, che quindi produce energia elettrica sfruttando la luce solare non inquinante ma da fonte rinnovabile, ha diritto ad accedere agli incentivi statali con remunerazione dei chilowattora prodotti.
Per un periodo massimo pari a venti anni si avrà diritto al contributo (incentivo finanziario statale) in proporzione dell’energia elettrica prodotta.
L’energia prodotta in esubero viene venduta all’azienda che distribuisce l’energia elettrica.
Inoltre non dovrà più pagare bollette al distributore di energia elettrica. Le uniche somme a egli dovute ammontano a poche decine di euro annuali dovute alle spese fisse.

COME RICHIEDERE GLI INCENTIVI DEL CONTO ENERGIA

La procedura per richiedere gli incentivi del Conto Energia è la seguente:
– La persona responsabile dell’impianto fotovoltaico deve inoltrare il progetto preliminare al gestore dell’energia elettrica e deve,inoltre, richiedergli la connessione alla rete.
Se l’impianto ha una potenza da 1 a 200 KW occorre specificare se si ha intenzione di scambiare sul posto l’energia prodotta.
– Il gestore dell’energia elettrica, a sua volta, indicherà alla persona responsabile in quale punto deve avvenire il collegamento alla rete elettrica, fornirà un preventivo dei costi e indicherà i tempi di lavoro necessari.
– La persona responsabile dell’impianto accetterà o meno il preventivo, firmerà il contratto e si impegna affinché questo venga rispettato. Terminato l’impianto dovrà comunicare al gestore la data in cui si sono conclusi i lavori.
– Se l’impianto ha una potenza superiore a 20W il responsabile deve richiedere all’Ufficio Tecnico di Finanza l’apertura della cabina elettrica. Se invece l’energia prodotta dall’impianto viene immessa tutta nella rete.
– A questo punto il gestore della rete allaccia l’impianto alla rete elettrica.
– Quando l’impianto entra in esercizio la persona responsabile deve comunicarne la data entro 60 giorni al gestore della rete. Se ciò non avviene nei termini non avrà diritto agli incentivi statali per il fotovoltaico.
– Il gestore,entro 60 giorni dal ricevimento di queste informazioni, comunica alla persona responsabile dell’impianto la tariffa di cui usufruirà prevista dal Conto Energia. Se nella documentazione manca qualcosa, il gestore, richiede al responsabile che venga implementata la documentazione mancante da fargli pervenire entro 90 giorni.
– Il responsabile dell’impianto, a questo punto, per ottenere le tariffe incentivanti previste nel Conto Energia dovrà recarsi al sito internet del gestore https://applicazioni.gse.it dove effettuerà la registrazione a seguito della quale riceverà una E-Mail contenete i dati di accesso al portale.
Una volta effettuato l’accesso dovrà inserire tutti i dati richiesti. Completato questo passaggio dovrà stampare il tutto e inviarlo, entro 60 giorni, al gestore che a sua volta renderà nota, nel suo portale, la convenzione ottenuta al responsabile dell’impianto.